Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

I LIBRI DEL 2024

LE VERE ANTICIPAZIONI Una vecchia e spero gradita tradizione di Recensireilmondo è quella delle anticipazioni dei libri diciamo "importanti" (ovviamente vale molto la mia percezione, ma non solo) in uscita nell'anno. Nel tempo ho sentito l'esigenza di mettere mano a liste abbastanza brevi, e lasciarci poi sorprendere nella classica rubrica settimanale delle novità. In effetti questa esigenza nasce forse da un bisogno di ordine, ma anche dal fatto che spesso mancano le informazioni precise su alcuni libri, e - legittimamente - i tempi di altri si allungano (più raramente si accorciano) per cui preferisco concentrarmi su un universo limitato di uscite. Parlando appunto delle dinamiche editoriali, ci sono libri piuttosto attesi di cui sappiamo che usciranno, ma non sappiamo quando o con che titolo (o entrambe le cose). Uno che  aspetto con grande e ansiosa felicità è il nuovo di Richard Ford con Bascombe (titolo originale: Be Mine) che uscirà per Feltrinelli, poi James
Post recenti

LIBRI IN USCITA A FINE FEBBRAIO. IN PRIMO PIANO: "STONER" WILLIAMS

LIBRI IN USCITA IN PRIMO PIANO John Edward Williams – Opere (Mondadori, 27 febbraio) Questo è il nuovissimo Meridiano Mondadori dedicato all'autore del celeberrimo  (e qualche anno fa socialissimo ) Stoner. Williams non ha scritto molto nella sua carriera: il volume include i quattro romanzi, due raccolte di poesia,  cinque racconti tradotti per la prima volta e due frammenti di un romanzo incompiuto. Introduzione di Francesco Pacifico, apparato cronologico e note di Charles J. Shields. Quoziente lista: 6 su 10. Ideale come regalo di natale (farselo regalare, intendo). Carmen Pellegrino  - Dove la luce (La Nave di Teseo, 27 febbraio) Questo libro non era sinceramente nel mio radar, ma mi ha attratto molto la trama  a incastri e specialmente la presenza nella storia dell’economista Federico Caffè e  la sua misteriosa (o forse no) scomparsa Quoziente lista: già preso   Maddalena Fingerle – Pudore (Mondadori, 27 febbraio) Continua l’ascesa di Maddalena Fingerle dopo il Premio Calvino

LIBRI E RECENSIONI. EMMANUEL CARRÈRE - V13

I GRANDI CRONISTI Un altro libro di grande qualità letto nel 2023, e che finora non avevo ancora portato su queste pagine, è V13 di Emmanuel Carrère e qui potrei fermarmi per eccesso di pleonasmo, cosa può uscire infatti dalla combinazione di uno scrittore come il francese e un materiale come quello messo a disposizione (drammaticamente) dal processo agli attentatori del Bataclan? Come sappiamo, Carrère è stato inviato al processo per il settimanale L’Obs, i suoi articoli o reportage sono stati ampiamente ripresi dalla stampa di altri paesi (da noi Robinson di Repubblica), ma ovviamente fa una grande differenza, per unitarietà ed esperienza di lettura, trovarseli riuniti in un libro in versione rivista e ampliata.   Lo scrittore è bravo a fare il Carrère, quindi a esserci, a non tirarsi indietro, a far parlare il se stesso  persona  ancora prima che il giornalista o l’esperto di politica interna e terrorismo (cosa che peraltro non credo sia), e allo stesso tempo a portare sulla pagin

LIBRI IN USCITA DAL 19 FEBBRAIO. IN PRIMO PIANO GROSSMAN E LA PACE

LIBRI IN USCITA IN PRIMO PIANO David Grossman - La pace è l'unica strada (Mondadori, 20 Febbraio) La saggistica politica non è certamente tra i generi più rappresentati in questa rubrica e nel blog: eppure sul tema attuale di ciò che sta accadendo tra Israele e Palestina, mi mancavano le voci sagge e costruttive (quindi direi controcorrente) di Grossman, Yehoshua e Oz. L'unico ancora tra noi è il primo, ed ecco il suo pamphlet sul tema, che già dal titolo richiama dimensioni di dialogo e speranza. Quoziente lista: 10 su 10. Amelie Nothomb - Psicopompo (Voland, 20 febbraio) Non posso dire che la Nothomb sia scrittrice particolarmente nelle mie corde (anche se, pensandoci, le ho dato una sola possibilità), ma il suo seguito è certamente importante, le sue uscite piccoli-grandi eventi salutati da questo seguito che sarebbe limitativo chiamare di nicchia. La sua strada autoriale sembra essersi ultimamente spostata o ritornata nei territori molto frequentati del memoir, seppure io a

LIBRI IN USCITA A METÀ FEBBRAIO. IN PRIMO PIANO ERNESTO ALOIA

LIBRI IN USCITA   IN PRIMO PIANO Ernesto Aloia – Camere oscure (Hopefulmonster, 16 febbraio) Ritengo Ernesto Aloia uno dei più dotati scrittori contemporanei italiani, e ho rotto le scatole ad amici e parenti  per far comprare loro il (secondo me) bellissimo La vita riflessa, a tutt’oggi ancora il suo ultimo romanzo pubblicato  (sei anni fa). Accolgo quindi con felicità questa “novella” che esce nell’apposita collana di Hopefulmonster,  curata da Dario Voltolini. Quoziente lista: 10 su 10, indipendentemente dal soggetto (storie di fantasmi, case infestate).   Valeria Parrella – Piccoli miracoli e altri tradimenti (Feltrinelli, 13 febbraio) A parte il fatto che la Parrella è scrittrice di valore, in questa fase seguo (anche) i libri che penso possano  giocarsi delle chance nei premi letterari italiani. Potrebbe essere il caso di questo, seppure il genere  (racconti, di cui però l’autrice è in qualche modo “specialista”, si vedano gli esordi) non sia di quelli  che arriva frequentemente

LIBRI E RECENSIONI. BRANDON TAYLOR - GLI ULTIMI AMERICANI

THE LATE AMERICANS Non avevo ancora parlato di Gli ultimi americani , dello scrittore statunitense, giovane e afroamericano, Brandon Taylor , uno dei miei  libri top 2023 . Mi chiedo cosa diremo nel futuro per caratterizzare l'ascendenza, le radici di uno scrittore, se specificheremo sempre "afroamericano", come in questo caso o lo faremo solo se ciò è utile in qualche modo a definire confini e caratteristiche della scrittura, del libro di cui si sta parlando. In questo caso, è forse maggiormente utile specificare che Taylor è queer , perché il romanzo sembra appunto un'attualizzazione ai tempi nostri e fluidi di certe storie di ambientazione universitaria/borghese alla Malamud o alla Yates. È una lode. Se un altro libro notevole letto nel 2023,  Uno shock  di Keith Ridgway, si caratterizza per il trattamento  sperimentale della materia, Brandon Taylor mostra invece cosa si possa ancora fare col romanzo tradizionale, di personaggi, dialoghi, lingua pulita e riconoscib

LIBRI IN USCITA DAL 5 FEBBRAIO. IN PRIMO PIANO DEBORAH LEVY

I LIBRI IN USCITA IN PRIMO PIANO Deborah Levy – Cose che non voglio sapere (NN, 9 febbraio) La Levy è una scrittrice britannica nata in Sudafrica, che ha raggiunto  un certo successo  e riconoscimento con A nuoto verso casa, finalista del Booker Prize 2012  e da noi  pubblicato da Garzanti. Cose che non voglio sapere mi pare essere il libro che l'ha resa un vero caso letterario,  il primo di una trilogia autobiografica che potrebbe ricordare alla lontana il lavoro di  Rachel Cusk (ma senza gli infingimenti dell’auto-fiction, ovvero con l’accordo esplicito  di scrivere di sé).  Nel lancio si parla di “Memoir femminista” ma penso si tratti soprattutto  di una definizione (attraverso i fatti e la propria “crescita”) della propria identità di donna/scrittrice. Quoziente lista: 8 su 1 0 Doppietta di Aldo Nove (Il Saggiatore, 9 febbraio) Nove esce il Nove, con due libri, il che fa 18. Scusate: va bene, viene riedito Woobinda, suo esordio dei tempi   cannibali, libro molto interessante, d