Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

LE ANTICIPAZIONI. DOPPIO UPDIKE. LEWIS. SAUNDERS. WHITEHEAD. NESBO

REPARTO GRANDI NOMI
Raduno qui alcune "grandi firme" che vedremo nel 2018 editoriale, un occhio particolare agli americani ma una sorpresa finale magari fuori contesto, ma che credo ci stia bene.
John Updike sta vivendo una stagione di riproposta italiana, legata al fatto che Einaudi si è accaparrata i diritti delle sue opere "maggiori", iniziando a riproporre per intero la celeberrima Saga di coniglio.
Ma sono due le uscite previste per quest´anno, che vado a esporre qui di seguito.

John Updike - Coppie (Einaudi) - in uscita il 6 Marzo
Considerato uno degli Updike maggiori, questo romanzo è stato pubblicato in originale nel 1968, da noi l´ultima edizione nota era quella di Guanda, rapidamente finita fuori catalogo.
La vicenda ruota attorno alle vicende di dieci coppie, nell´apparente idillio suburbano-bucolico di Tarbox. Ovviamente dietro le apparenze si nascondono adulteri incrociati, bugie, e come nelle abitudini dell´autore molto sesso. Ho sentito pareri entusia…
Post recenti

LIBRI E RECENSIONI. SCOTT SPENCER - UN AMORE SENZA FINE

AMORE E OSSESSIONI
Ho girato a lungo attorno a Un amore senza fine dello scrittore americano Scott Spencer, una storia-richiamo, in qualche modo, se si è avvezzi a frequentare - anche solo letterariamente - i territori del romanticismo e dell´ossessione amorosa. È tale quella sviluppantesi tra Dave e Jade, i giovani protagonisti del romanzo, che si apre con una magistrale scena madre come molti altri romanzi potrebbero o vorrebbero chiudersi, e poi attraverso ulteriori passaggi chiave, momenti forti, alternati a fasi di relativa quiete e narrazione più distesa, rilancia continuamente l´azione, riuscendo tra equilibri molto complicati a non rimanere mai con il fiato corto, cosa non facile vista la sostanziale linearità della storia e il filtro impresso dall´uso della prima persona, della prospettiva spesso egoista, spesso infantile, talvolta folle, di Dave.

Sarebbe secondo me comunque  limitativo ridurre questo libro piuttosto corposo e come detto molto ben eseguito dal punto di vista…

LE ANTICIPAZIONI. AMERICANI. BARTH. EGAN. GREGORY. PANOWICH. ERDICH. CUSK. BUTLER

MOMENTI DI RELATIVA ABBONDANZA
Iniziata la stagione editoriale, prima che si entri nel vivo dei festival letterari, volevo riprendere i lavori e mettere ordine - si fa per dire - con una nuova multi-anticipazione americana, detto tra noi quelle che preferisco.

John Barth - L´opera galleggiante (Minimum Fax) - uscito a Gennaio
Segnalo per affetto questo grande classico del postmoderno, di cui recentemente Minimum Fax ha fatto uscire una nuova edizione dalla grafica coerente con la nuova linea dell´editore romano.
Lo ricordo come un libro fascinoso e a più livelli, che nella tradizione del genere gioca la sua partita - nel raccontare apparentemente una crisi personale e una giornata rocambolesca in una cittadina del New England - su un versante metanarrativo. Secondo me assolutamente da recuperare, chissà che non lo rilegga anche io.

Jennifer Egan - Manhattan Beach (Mondadori) - in uscita il 6 Marzo 2018
Con Il tempo é un bastardo la Egan si é conquistata il Pulitzer, il riconoscimento i…

LE ANTICIPAZIONI. GLI ITALIANI. COLOMBATI. GENTILE. SCARPA. NOVE. FUNETTA

BELPAESE

Nei miei percorsi anticipatori avevo finora abbastanza "trascurato" gli scrittori italiani, ecco quindi una puntata tutta tricolore - scuserete l´aggettivo abusato - con qualche uscita di questa prima metà dell´anno.

Leonardo Colombati - Estate (Mondadori) - in uscita il 13 Febbraio
Ho un rapporto strano con Colombati. Ho letto i suoi Rio e Il Re (riuscito instant book su Giovanni Agnelli) e mi è parso scrittore notevole, ben poco provinciale, e potenzialmente in grado di giocarsela sia sul piano tematico che sulla lingua con modelli di riferimento - a me parsi evidenti - del mondo anglofono.
Poi però non ho letto altro, nonostante ad esempio un libro come 1960, di un paio d´anni fa, avesse tutti gli ingredienti per attrarmi.
È ora in uscita Estate, altra opera intrigante, con la sua trama vagamente cheeveriana e picaresca: un quarantenne apparentemente "stanco di tutto", il deus ex machina sotto forma di incendio che distrugge l´Hotel da lui gestito, la &…

LIBRI E RECENSIONI. UNA NUOVA LISTA.

SIMPATICA CONFUSIONE
Ho notato - con qualche moto di sorpresa - che le mie liste sono relativamente apprezzate, eccone quindi una nuova, tipica dell´inizio di anno, quando la speranza si fa strada, il cinismo si ritira, e tutto pare (ancora) possibile.

Heinz Rein - Berlino ultimo atto (Sellerio)
Mi rimane misterioso come non sapessi dell´esistenza di questo libro e di questo autore, scrittore tedesco osteggiato in epoca nazista, e di questo parla il libro, della resistenza degli oppositori nella Berlino bombardata, quasi presa dagli alleati ma ancora tormentata dalle ombre della Gestapo e della SS. È stato, in Germania, un discreto best-seller.
Segnalatore involontario: Paolo Vitaliano Pizzato

Joao Gliberto Noll - Hotel Atlantico (Arcoiris)
Uno scrittore brasiliano generalmente considerato, recentemente scomparso, poco dopo che i suoi lavori erano stati proposti, riproposti, tradotti, nel mondo della letteratura anglofona.
Questo libro è del 1989 e unisce spunti noir con una volontà spe…

LIBRI E RECENSIONI. ANNA LE ROSE - TI AMO UN SACHER

DECALOGHI E DISASTRI (SENTIMENTALI)
Ecco, non è tipico che io legga e quindi recensisca letteratura spiccatamente al femminile, quella chiamata comunemente chick-lit, ma faccio volentieri eccezioni, e una obbligata è per questo Ti amo un Sacher della blogger, web writer e amica Anna Le Rose.

Lei stessa ha definito questo suo esordio come un "Bloganzo", quindi una sorta di emanazione del suo modo di scrivere su web, dove Anna alterna riflessioni sui sentimenti, piccole storie, ricette, decaloghi, pezzi di costume.

Il genere si presta bene a questo tipo di operazione, alla parte più puramente narrativa, che vede le vicende programmaticamente tenero/disastrose di Diamante e delle amiche  Caterina e Alice, si accosta appunto quella costituita dagli altri elementi sopra citati, creando un ibrido che comunque ben gioca la sua partita all´interno di quel tipo di libri che si propongono di parlare (soprattutto) di amore, sentimenti e crescite personali mancate, opere che come sappi…