Passa ai contenuti principali

LE ANTICIPAZIONI. 7 - 11 GIUGNO. COSBY. CYPKIN. GOSPODINOV. SCOTT. SMELEV

LIBRI IN USCITA DAL 7 ALL'11 GIUGNO

Raccolgo nel consueto post riassuntivo alcune delle uscite interessanti di questa settimana.

S.A. Cosby - Deserto d'asfalto (Nutrimenti, 10 Giugno)


Deserto d'asfalto sembra un bell'esempio di southern noir-crime e con questo romanzo lo scrittore di colore S.A. Cosby ha raggiunto successo e notorietà negli Stati Uniti, in età piuttosto matura (è un classe 1974). Si tratta poi di una scelta di Nicola Manuppelli (anche traduttore) che ha spesso buon fiuto su questo tipo di proposte.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Leonid Cypkin - Estate a Baden-Baden (Neri Pozza, 10 Giugno)


Il romanzo è incentrato su un viaggio europeo di Dostoevskij e un soggiorno "giocoso" (conosciamo il vizio, la dipendenza del grande scrittore russo) a Baden-Baden. Cypkin, di professione medico, morì poco prima di veder pubblicato il libro nel 1983 (uscito in prima battuta in tedesco, il libro non era infatti considerato pubblicabile in Russia e l'autore era abbastanza inviso al regime comunista per motivi diciamo familiari).

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Georgi Gospodinov - Cronorifugio (Voland, 10 Giugno)


Che dire: l'uscita dell'opera-monstre di un altro grande scrittore dell'est Europa (parlo naturalmente di Cartarescu con Solenoide) rischia di oscurare il nuovo libro del bulgaro Gospodinov (Fisica della malinconia aveva affascinato e appassionato), che torna alla forma romanzo con una trama incentrata sui viaggi nel tempo, con elementi che potrebbero ricordare da una parte Zelig, dall'altra Against the day di Thomas Pynchon. Sono ovviamente suggestioni spontanee. Da altre fonti la data di uscita sembra essere il 17 Giugno, nel caso consideratela tra le anticipazioni di settimana prossima.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Edgardo Scott - Lutto (Arkadia, 10 Giugno)



Per la valida collana sudamericana di Arkadia (Xamaica, qui in versione Xamaica Jarama, dedicata ai contemporanei/viventi), uno scrittore argentino classe 1978 finora inedito in Italia e un libro in potenza molto interessante, che si presenta come una sorta di thriller urbano esistenzialista (?) incentrato sui temi della morte, dei rimpianti, delle sliding- doors che la vita presenta, forse della follia.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ivan Smelev - Il sole dei morti (Bompiani, 9 Giugno)


Un romanzo-reportage corposo, vero, vissuto, epico e autobiografico sulla guerra civile russa che seguì alla rivoluzione d'Ottobre, per uno dei non pochi scrittori di quell'epoca coinvolti e uscitine non vincenti (Smelev fu un oppositore, o almeno un non-fiancheggitore, dei bolscevichi e si decise infine a lasciare la Crimea - dove si svolge questo romanzo - ed emigrare in Francia). 







Commenti