Passa ai contenuti principali

LE ANTICIPAZIONI. LIBRI EVENTO DEL 2019. RICHARD POWERS - IL MISTERO DEL MONDO

IL NUOVO ROMANZO DI RICHARD POWERS


Risultati immagini per powers il mistero del mondo

So di avere già parlato in queste anticipazioni dell´ultimo romanzo di Richard Powers, in originale The Overstory, da noi in pubblicazione estiva come Il mistero del mondo per La Nave di Teseo. Ne ho già parlato, ma ne riparlo perché mi è difficile frenare l´entusiasmo per quello che è secondo me uno dei più grandi scrittori in circolazione.

Con un certo margine di approssimazione, Powers fa parte del calderone postmoderno, spesso una definizione diciamo vaga e tendenzialmente onnicomprensiva, io la uso in questo caso per associarlo ad altri colleghi come Pynchon, DeLillo e Franzen che cercano di forzare in direzione umanistica, scientifica, a volte parodistica i limiti del romanzo modernista-contemporaneo.
Sull´utilizzo delle scienze e delle discipline umanistiche Powers ha pochi rivali: nei suoi libri si trovano musica, chimica, biologica, genetica, altra letteratura, ma questo interesse, questa permeabilità non vanno mai a raffreddare o a soffocare la materia umana di cui si compongono i suoi romanzi, in parole povere i personaggi e il loro gioco, le loro relazioni, la pietà e l´affetto nel descriverli e tenerli in scena e ancora il gusto del dialogo e dell´ironia.
(Tra i migliori esempi di quanto dico: il penultimo Orfeo o Il dilemma del prigioniero; tra un esempio invece non virtuoso, nel quale la sovrastruttura teorica ingessa la storia, Galatea 2.2).

Questo nuovo romanzo pare mettere al centro il rapporto dell´uomo con la natura, attraverso una polifonia di personaggi e la loro relazione con gli alberi. Dalle idee che mi sono fatto, il libro contiene o potrebbe contenere un messaggio ecologista, ma non solo, ha elementi diciamo di realismo magico, ma non solo, e comunque alla maniera di Powers. Da lontano, avendone letto alcuni passi in inglese e la critica americana, pare possa essere un nuovo capolavoro.

Concludo sottolineando di nuovo la collocazione editoriale, dopo anni di Mondadori, è stata La Nave di Teseo ad accaparrarsi questo nuovo romanzo di Powers. Non parliamo di scrittori che in Italia abbiano grandi tirature, roba da appassionati di americana, ma anche o forse proprio per questo è apprezzabile - in linea teorica - un cambio di editore che possa dare slancio e focus al libro.
Io lo aspetto come pochi altri nel 2019, per quel che conta.

Commenti