Passa ai contenuti principali

LIBRI E RECENSIONI. EDUARDO HALFON - OH GHETTO AMORE MIO

BREVE RICOGNIZIONE DEL PASSATO



Oh ghetto amore mio è poco più di un racconto breve esteso a racconto medio grazie a un corpo generoso, allo stesso tempo a prezzo modico e con edizione vintage (seppur dello scorso anno) Giuntina ci introduce alla narrativa dello scrittore guatemalteco di origine ebrea Eduardo Halfon.

Si tratta qui della tipica ricognizione-quest delle proprie radici: lo scrittore parte dalla figura del nonno polacco salvatosi dalla Shoah e intraprende un viaggio, fisico e letterario, a Lodz, in quello che era stato il ghetto del titolo.

La tecnica, l´elusività, potrebbero ricordare Patrick Modiano, o anche un modo di romanzi più corposi dedicati alla stessa tematica. La ricerca, l´iniziale fastidio, la lingua sconosciuta, le foto, i biglietti, gli indizi.
Tutto questo viene concentrato in una trentina di pagine che convincono del talento dell´autore senza ovviamente dare giudizi definitivi vista appunto la natura breve dell´opera.

Dello stesso, volendo lavori piú probanti, è disponibile da noi Il pugile polacco per Rubbettino. Potrebbe valerne la pena.

 ---------------------------------------------------
Eduardo Halfon - Oh ghetto amore mio
Traduzione di Vincenzo Barca
Ed. Giuntina 2017
52 pg.
Attualmente in commercio   
-----------------------------------------------------