Passa ai contenuti principali

LIBRI E RECENSIONI. PAOLO ZARDI - LA PASSIONE SECONDO MATTEO.

IL SENSO DI UNA RINUNCIA

Risultati immagini per zardi la passione secondo matteo


Avevo conosciuto Paolo Zardi con la riuscita semi-distopia di XXI Secolo, romanzo che si inseriva in una tendenza di romanzi - anche italiani - che chiamerei dell´apocalisse annunciata e della disgregazione dell´occidente.
Lo ritrovo alle prese con altri temi e atmosfere - seppur organici a un certo tipo di discorso - e nuovamente in piena forma con questo La passione secondo Matteo.

Il libro vive di un personaggio principale che, a sua volta, si inserisce in una tradizione di uomini-rinuncia (pensiamo a Stoner, ma anche al protagonista de Il senso di una fine di Barnes). In questo caso Matteo rinuncia - o pare farlo - a buone porzioni di emozioni, imprevedibilità, forse felicità, e pare farlo in nome dei suoi principi morali e di un cattolicesimo ereditato e forse malinteso.

La passione di Matteo è di fatto il viaggio che lo porta in Ucraina, insieme alla sorellastra Giulia, per andare a incontrare forse per l´ultima volta il padre Giovanni, un ex-donnaiolo impenitente, giornalista di successo, con il quale non ha di fatto mai avuto veri rapporti.
La passione è di tipo pratico, Matteo lascia la famiglia in vacanza al mare, ma si allontana anche da un´azienda nel mezzo di una crisi informatico, e psicologico-emozionale, visto che il viaggio lo porterà (finalmente?) a confrontarsi con la sua natura, con le proprie inibizioni e con la più semplice delle domande possibili: ma io, sono felice?

Il libro vive di una sua fine densità, fine nel senso che la costruzione è accurata, i personaggi azzeccati, la parte dedicata alle dinamiche aziendali incisiva e spassosa, e la maniera di confrontarsi con domande fondamentali (la ricerca della felicità, le regole auto-imposte, le diverse maniere di dare senso a una vita) mai banale e anzi spesso struggente se non rivelatoria.

La figura di Giovanni giganteggia, perché le frizioni e le risposte nascono soprattutto dal confronto padre/figlio (due chiari antagonisti, due opposti) ma anche il personaggio sensualissimo e tenero della sorellastra non lascia indifferenti, così come convince la descrizione "in diretta" di una Ucraina decadente e tesa alla ricerca di una svolta capitalistica forse impossibile (credo che l´autore abbia qui riversato delle esperienze personale, tanto sono vivide e istruttive le descrizioni di geografie, cibi, abitudini, manie).

La passione secondo Matteo é libro forse e apparentemente meno dirompente rispetto al precedente, ma mi pare faccia segnare anche un passo avanti diciamo nella definizione di una propria personalitá di scrittore meno legato ai propri modelli, e anzi conferma e rafforza una voce e una presenza che mi pare possa essere considerata di primo piano nella nostra narrativa contemporanea.

---------------------------------------------------
Informazioni sul libro

Paolo Zardi - La passione secondo Matteo
Ed. NEO 2017
207 pg.
Attualmente in commercio

-----------------------------------------------------

Commenti