LIBRI E RECENSIONI. DAVID NICHOLLS - NOI

LA PREVALENZA DELLA ROUTINE

 

su Recensireilmondo

 


Questo romanzo era atteso, dopo che Nicholls aveva vinto e convinto con il precedente - struggente e romantico - "Un giorno"
Ora, non posso dire che questo "Noi" sia stata una completa delusione, perché Nicholls ha mano comunque lieve e ironica, di sicuro il nuovo libro é inferiore a "Un giorno";  di fatto quello era il romanzo dell´amore irrealizzato e dell´adolescenza incantata delle sliding doors che provocano rimpianti, questa é la storia della maturità, del matrimonio realizzato e difficile e della paternità/maternità, il rapporto con i figli, la ribellione di questi ultimi.

Insomma, già i temi "complottano" a rendere il romanzo meno incisivo: vuoi mettere un amore cercato ma difficile rispetto a uno realizzato e da ravvivare giorno dopo giorno?

Il tutto é ralizzato attualizzando il tema tanto caro agli inglesi del viaggio sentimentale (Connie, Douglas e il figlio Albia partono per un Grand Tour Europeo, mentre il loro matrimonio sembra ormai essere agli sgoccioli...), con il sottofondo ironico sul "tipo inglese" (un po´pedante, portato alle insolazioni...) in vacanza. Qui si alternano pagine vivaci e riuscite ad altre un po´accademiche dove davvero si sfiora l´effetto "guida turistica". Peraltro il nostro paese ha un ruolo preponderante, e ne esce tutto sommato bene.

Dove il romanzo perde drammaticamente ritmo é nella descrizione della vita coniugale dei protagonisti, qui avrebbero potuto essere "sfrondate 40-50 pagine senza togliere nulla al senso della storia.
Ho enumerato molte cose negative, ma in fondo il romanzo é gradevole e ci sono alcune battute graziose, dialoghi ben riusciti, scene risolte brillantemente. Nicholls probabilmente é un buon artigiano e non un grande scrittore. con Un Giorno ha toccato come dicevo corde forse piú sentite e intense, qui - come in un matrimonio un po´usurato - prevale la Routine - placida, non sgradevole, ma sempre di Routine si tratta

Commenti