Passa ai contenuti principali

LIBRI E RECENSIONI. SALLY ROONEY - PARLARNE TRA AMICI

DESCRIVERE SENZA CREARE

Parlarne tra amici

Parlarne tra amici, della molto giovane e promettente scrittrice irlandese Sally Rooney, è un libro di cui si è parlato abbastanza, e che mi ha ricordato per certi versi un altro romanzo di questa annata di cui si è parlato molto, ovvero Asimmetria di Lisa Halliday.
Simili l´afflato autobiografico, la scrittura scorrevole ma non banale, un certo tipo di introspezione del personaggio principale, di chi dice "Io", in una fase di sofferta formazione della propria personalità.

Ovviamente in Asimmetria c´era Philip Roth, che ha fatto "saltare" (positivamente) il banco, qui ci sono le vicende amorose di Frances, studentessa a Dublino, e della sua relazione con un uomo più grande e sposato, il "debole" Nick, in un contesto di media borghesia intellettuale e benintenzionata.

Parlarne tra amici e stato un caso letterario, istantaneamente venduto per la traduzione in numerosi paesi, lodato qua e là dalla critica, pure in relazione alla giovane età dell´autrice.
Libro alla mano, pur trovandoci di fronte a un lavoro sopra alla media, tutta questa hype rimane ingiustificata.
Differentemente dalla Halliday, alla Rooney non riesce costruire un mondo che vada un po´oltre il puro dato autobiografico. Vediamo scorrerci sotto gli occhi una vicenda vagamente interessante, seppur tipica, e alla quale l´autrice evidentemente tiene. La vediamo descritta con buona maestria stilistica, dialogato vivace, magari pronto a finire in qualche film indie furbetto, buon grado di approfondimento delle psicologie.
Eppure vi è forte l´impressione che la scrittrice più che creare, descriva (bene) dei dati di fatto, delle cose a lei realmente successe e piuttosto fedelmente riportate sulla pagina.
E poi: i personaggi, progressisti borghesi di buona cultura, sono quasi tutti simpaticamente odiosi, il che forse non richiama l´empatia del lettore.

Detto questo, per una scrittrice non molto più che ventenne all´esordio, il libro ha dei valori, in primis la scrittura come detto nitida e non pretenziosa, e anche un certo umorismo diffuso che aiuta a entrare in sintonia, visto il contesto non del tutto invitante come dicevo sopra.

Trovo sia insomma un romanzo che si "possa" leggere, anche se quasi sicuramente non il must del 2018 che alcuni hanno provato a forzare.

---------------------------------------------------
Informazioni sul libro

Sally Rooney - Parlarne tra amici
Traduzione di Maurizia Balmelli
Ed. Einaudi 2018
304 pg.
Attualmente in commercio

-----------------------------------------------------