Passa ai contenuti principali

LIBRI E RECENSIONI. VLADIMIR NABOKOV - UNA RISATA NEL BUIO

SEDUZIONE E TRADIMENTO

Risultati immagini per una risata nel buio


Avevo letto e sentito dire come questo Una risata nel buio del maestro Vladimir Nabokov sia di fatto un suo libro minore, per cui l´ho preso sicuro che sarebbe stato bellissimo. E così è stato.
Questo piccolo paradosso per affermare come nella produzione di un tanto e assolutamente grande scrittore anche le opere al di fuori di quei tre-quattro capolavori riconosciuti, siano assolutamente e comunque meritorie e per osservare - come si diceva nella critica musicale per certi album - che probabilmente per altri scrittori sarebbero il coronamento di una carriera.

Una risata nel buio passa anche per essere una sorta di bozzetto preparatorio di Lolita, il tema della ninfetta, il gran tradimento, l´amore/rovina, ma preferisco pensare che quello della fascinazione per l´adolescenza femminile che sboccia, o si rovina sciogliendosi nella corruzione abbia accompagnato Nabokov per tutta la sua produzione, e che questa altro non sia che un´altra e differente declinazione.

In effetti il personaggio femminile di questo romanzo, Margot nasce corrotta, non ha e non possiede mai l´indolente e contraddittoria, cangiante, per certi versi ancora "pura", malizia di Lolita, la sua nei confronti del pallido, ingenuo intellettuale Albinus è una seduzione pianificata, voluta e vissuta con consapevole e attivo orgoglio di una propria opportunistica depravazione morale.

Se tutto il romanzo vive della solita raffinatezza di Nabokov nel ritratto di persone e ambienti, nel suo gusto per la battuta, l´osservazione o il dettaglio, è nella sezione finale, crudelissima, che si toccano secondo me vette di tensione e umore nerissimo direi quasi "cinematografiche" (in effetti i temi della visione, della vista, della camera, e del cinema sono centrali in questo romanzo, e non a caso il titolo originale della prima stesura russa era Camera Obscura). Un vero tour de force da maestro, su cui non aggiungo dettagli perché sarebbe crasso spoileraggio, e voglio che ve lo godiate.

Indubbiamente Lolita o anche altri libri di Nabokov hanno una maggiore compiutezza, direi un più ampio respiro, e una dimensione filosofica che qui, in questo piccolo ma prezioso romanzo, mancano, ma vi assicuro che Una risata nel buio è comunque da leggere, lo si fa rapidamente ed è - come di consueto - un grande piacere emozionale e intellettuale.

---------------------------------------------------
Informazioni sul libro
Vladimir Nabokov - Una risata nel buio
Traduzione di Franca Pece
Ed. Adelphi 2017
223 pg.
Attualmente in commercio
-----------------------------------------------------