Passa ai contenuti principali

LE ANTICIPAZIONI. AMERICANA PER IL 2018. COHEN. WILLIAMS. MICHAELS. RUSKOVICH

STATI UNITI DEL ROMANZO

Bildergebnis für bandiera americana

È arrivatoil tempo delle anticipazioni per il 2018 e inizio con quattro segnalazioni "interessanti" di americana, uno dei generi - ammesso che si possa definirlo così - che preferisco.

Joshua Cohen - Un´altra occupazione (Codice) - data di uscita ancora non ufficializzata
Cohen è un brillante e giovane romanziere americano, che in patria ha messo a segno colpi non da poco se ad esempio uno dei suoli lavori (Witz, del 2010) é stato definito "due terzi Foster Wallace e un terzo Philip Roth". Finalmente arriva anche da noi con la traduzione, di Claudia Durastanti, del suo ultimo lavoro Moving Kings, del 2017. Si parla di due giovani reduci di guerra israeliani che in una sorta di anno sabbatico trovano lavoro a New York come "sgombratori" di appartamenti con inquilini morosi, cosa che li trascinerà in un ambito di disumanità, sgarbi e vendette.
Per quanto l´accenno di trama possa sembrare lineare o addirittura bislacco, il romanzo è stato ampiamente lodato dalla critica, si è parlato di un "Soprano in salsa ebrea" (immagino in maniera legata alla figura di David King, il datore di lavoro dei due ragazzi) e di fantasia balzacchiana per quanto riguarda l´atteggiamento dell´autore.

Thomas Williams - La scialuppa (Nutrimenti) - primi mesi del 2018
Con Thomas Williams e il suo I capelli di Harold Roux Fazi aveva ricercato "Il botto" riuscito con un altro Williams, ovvero John e il suo Stoner. Il romanzo era malauguratamente buono ma non ottimo, e a parte qualche recensione positiva non credo abbia avuto particolare successo.
Ci riprova ora Nutrimenti con La scialuppa (in originale The moon pinnace, del 1986), una storia di amore e passione giovanile che vede come protagonisti John, un ventenne reduce dalla seconda guerra mondiale e la sua amica d´infanzia Dory, ormai sviluppatasi in desiderabile diciassettenne. Scoppierà come detto l´amore, "programmaticamente" complicato da una separazione temporanea.
Il libro ha goduto di buona critica in patria e appare meno sperimentale rispetto ad Harold Roux che aveva ad esempio dei momenti meta-narrativi. Normalmente Nutrimenti ha mano felice nell´americana, quindi vedremo se dare un´altra chance a questo scrittore in corso di riscoperta anche in patria.

Leonard Michaels - Il club degli uomini (Einaudi) - Febbraio 2018
Altro autore in corso di riscoperta, di Michaels era uscito nel 2016 per Adelphi Sylvia, una classica e breve storia d´amore totalizzante, salutata da ottime recensioni qui da noi.
Ora Einaudi fa uscire il suo esordio, da cui è stato tratto anche un film, visto che il "soggetto" effettivamente si presta, con le sue atmosfere da commedia d´interni e i riflessi boccacceschi o chaucheriani: sette uomini si "riuniscono" a casa di uno di loro, in una sorta di club dove ognuno racconta le proprie turbe e i fallimenti; ben presto alterati e ubriachi, la situazione precipiterà in un crescendo grottesco-drammatico.
Di questo libro, pure piuttosto breve, sono stati stata lodati la scrittura vivace, il tono comico, la capacità nel dialogato e sono stati scomodati Yates, Cheever, Roth. Mi pare ci sia di che incuriosirsi.

Emily Ruskovich - Idaho (Mondadori) - primi mesi del 2018
Idaho è stato il debutto di questa giovane autrice, ed è stato subito un successo di pubblico e di critica.
Tutto parte da una storia d´amore "classica" tra Ann e Wade, nell´idillio rurale dell´Idaho, con le loro figlie. Ma Wade è malato, sta perdendo la memoria e per Ann è importante invece recuperarla, mantenerla, in particolare capire cosa aveva portato alla rottura del primo matrimonio di Wade, quello con Jenny. Da qui parte una ricognizione in un passato drammatico.
Notate come a partire dall´ambientazione rurale, per arrivare alla storia di sentimento, memoria, e alla "quest", ci siano elementi che al momento vanno molto (ma che in generale sono romanzeschi in senso ampio).
Come detto il libro ha avuto ottima ricezione e si è anche in questo caso conquistato paragoni eccellenti, uno su tutti quello con Marylinne Robinson.

Ecco che concludo la prima stimolante (per me, spero anche per voi lettori) puntata delle mie anticipazioni. Ovviamente i botti veri devono ancora arrivare. Stay tuned.