LIBRI E RECENSIONI. IL LISTONE ITALIANO.

GRAZIE DEI SUGGERIMENTI

Risultati immagini per bandiera italiana verticale


A fine anno l´atteggiamento ludico-compulsivo con cui mi approccio al Blog fa sì che io compili una lista dei migliori tra i libri pubblicati nell´anno stesso. Per ampliare gli spazi a disposizione e conscio di una mia preferenza per la letteratura anglosassone, sdoppio sempre il podio tra libri stranieri e italiani.

Quest´anno per la prima volta notavo che su questi ultimi avrei qualche difficoltá, per esempio tra i quelli che potevo aspettarmi come "eventi di rilievo" (i vari Siti, Mari, Tedoldi) pur non essendo tutto da buttare non li vedo da podio. Intendiamoci, ho letto anche cose molto belle e interessanti,
tra cui l´esordio dell´amico Stefano Corbetta con Le coccinelle non hanno paura ma volendo capire cose fosse successo, se sono io ad essermi perso i "libri che valgono" o se fosse l´annata a essere in qualche modo sotto tono, ho chiesto aiuto agli amici Facebook, e da questo è venuta fuori una lista che chiaramente tiene conto di alcune mie preferenze e idiosincrasie. Non riuscirò chiaramente a leggere tutto entro la fine dell´anno, ma intanto condivido i titoli in una sorta di corto circuito forse paradossale (ri-condividere con il mio pubblico i consigli che esso ha spartito con me). A ogni titolo ho accostato una nota strettamente personale e certamente non esaustiva.

Michele Vaccari - Il tuo nemico (Frassinelli)
Una sorta di distopia di cui avevo già sentito parlare molto bene e che non so perché non avevo finora considerato.

Enrico Remmert - La guerra dei murazzi (Marsilio)
Tra l´altro Torino è città che amo particolarmente.

Alessandro Perissinotto  - Quello che l´acqua nasconde (Piemme)
Di Perissinotto avevo molto apprezzato Le colpe dei padri (secondo allo Strega) che univa ricostruzione di ambiente e storica a tratti quasi da thriller, con ottima mano. Poi non so perché non lo abbia ripreso. Ecco l´occasione.

Laura Pariani - "Domani è un altro giorno", disse Rossella O´Hara (Einaudi)
Titolo curioso per una scrittrice in giro da tempo, direi esordiente ai tempi in cui iniziavo il mio percorso da lettore, e ancora mai frequentata.

Antonio Paolacci - Piano americano (Morellini)
Tra Corbetta e l´altro mio amico Marco Montemarano, il ritorno di Morellini alla narrativa mi pare altamente interessante e anche di Paolacci ho sentito parlare molto bene.

Tito Pioli - Ho sposato mia nonna (Delvecchio)
Altro titolo inconsueto e romanzo che appare felicemente scapestrato e che mi incuriosisce.

Francesco Muzzopappa - Dente per dente (Fazi)
Scrittore che ha fama di grande "umorista" e surreale, e che mi è stato consigliato da più parti. Is it maybe time?

Silvia Greco - Un´imprecisa cosa felice (Hacca)
Uno dei consigli più ricorrenti, con il suo aspetto "delicato" non so se sia libro per me, ma diamogli intanto fiducia.

Nicola H.Cosentino - Vita e morte delle aragoste (Voland)
Romanzo che appare di formazione/generazionale e che chissà come mai non avevo notato, visto che ho una certa compatibilità con quel tipo di storia.

Luca Quarin - Il battito oscuro del mondo (Autori Riuniti)
Editore nuovo e simpatico, e libro che preannunciandosi come "Il grande romanzo americano"
(vista l´ambientazione) non può che incuriosirmi o forse insospettirmi.

Sandro Campani - Il giro del miele (Einaudi)
Romanzo che ho visto spesso citato e recensito (bene) anche nella grande stampa, storia "terragna" che potrebbe essere l´altro lato (e interessante) delle noiose otto montagne di Cognetti.

Francesco Permunian - Costellazioni del crepuscolo (Il saggiatore)
Nodoso volume che raccoglie due romanzi pre-esistenti del bravo e riservato Permunian, apparentemente uno dei segreti ben nascosti della nostra letteratura.

Alessandro Garigliano - Mia figlia, Don Chisciotte (NN)
Libro che già avevo e che non so perché avessi fin qui trascurato, visto che NN non è brava solo nel recupero di americani rurali (si vedano la Bucciarelli e Sartori, tra gli italiani pubblicati dall´editore milanese).

Matteo Trevisani - Libro dei fulmini (Atlantide)
Primo esordio italiano pubblicato dal piccolo editore di qualità (che distribuisce solo in libreria) con riflessi storico/esoterici.

Commenti

  1. Ho suggerito anche io qualche libro della lista, avrei inserito anche "Le coccinelle" di Stefano Corbetta, ma pensavo fosse del 2016. Stefano scrive bene e so che ha ancora parecchie storie da raccontare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie del commento, quello dell´amico Stefano è un libro che mi piacque moltissimo

      Elimina

Posta un commento