LIBRI E RECENSIONI. FABIO PASQUALE- UNA COSA FRA NOI.

IL NOIR QUOTIDIANO



A Fabio Pasquale avevo dedicato uno dei miei primissimi Sportello emergenti, come chiamavo allora - prima di smettere con le distinzioni capziose - le recensioni dedicate appunto a scrittori "in via di sviluppo".
Si trattava allora di un agile noir - Il lavoro della polvere - che mi aveva convinto, per cui con curiosità mi sono accostato alla sua nuova prova, Una cosa fra noi, uscito per la collana Almeno un morto dell´editore Buoni cugini.

Nuovamente ci troviamo di fronte a un noir "a rotta di collo", dove paiono decisivi, come nel primo romanzo, ritmo e ambientazioni. A Pasquale piace prendere situazioni del tutto normali e direi sanamente "localizzate" (ci immaginiamo queste storie avvenire in una Milano programmaticamente frenetica e un po´indifferente) e distorcerle, immaginarsi sviluppi nei quali avidità, dabbenaggine e normalissima e umana cattiveria vanno a sconvolgere vite quanto più possibile ordinarie.

È il caso dei non molti ma azzeccati personaggi di questa storia: due ex-broker caduti in rovina, un tecnico installatore di ADSL, un cinico capo-azienda e la moglie, non serve molto di più per costruire un racconto nuovamente agile, divertente e molto ben confezionato, senza concessioni o tentazioni esotiche (in altri termini senza scimmiottare a sproposito modelli americani) e con scrittura semplice ma direi funzionale e compatta, il tutto in 104 pagine godibili e che appunto vanno dritte all´obiettivo senza sbavature.

Spesso anche nelle pieghe della piccola editoria si trovano buoni esiti, contraddistinti da ispirazione e - è il caso di dirlo - mestiere (insomma, buona mano, lontana da spontaneismi da esordiente), è questo il caso di Fabio Pasquale, che qui conferma appunto quelle doti già apprezzate col lavoro (della polvere) precedente. Bravo.

---------------------------------------------------
Informazioni sul libro

Fabio Pasquale - Una cosa fra noi
Ed. Buoni Cugini 2017
104 pg.
Attualmente in commercio

----------------------------------------------------- 



Commenti