LIBRI E RECENSIONI. STEPHEN AMIDON - IL CAPITALE UMANO

I PADRONI DEL MONDO

Il capitale umano



è un tipo di romanzo americano il cui capostipite è stato secondo me Le correzioni di Franzen, e che chiamerei "romanzo su famiglie disfunzionali con contorno di storture del capitalismo" o in alternativa "romanzo sui padroni del mondo", a seconda che l´accento vada su storture e avidità varie o sullo stato delle cose per le famiglie americane.

Più si è nei dintorni di bolle speculative e/o crolli di borsa, più questo romanzo ovviamente fiorisce, con i suoi corollari e contorni di (appunto) speculatori, deliri di onnipotenza, creazione di ricchezza puramente finanziaria (creare ricchezza dal niente, un eterno sogno) ed edonismi che si trasformano nel proprio contrario.

Mi viene in mente Jonathan Dee (I Privilegiati), mi vengono in mente gli Schwartz di Matthew Sharpe; gli ingredienti sono abbastanza ovvi leggendo la mia definizione, poi c´è chi come Sharpe spinge più sul pedale della satira, mentre Stephen Amidon in questo Capitale Umano sceglie una strada più cupa e sostanzialmente realista. 

Va da sé che il talento di Franzen non è cosa di tutti i giorni e tutti gli autori, per cui come già per gli esempi fatti prima anche in questo caso non tutto funziona, ad esempio la trama è a volte un po´ stopposa, faticosa, detto questo, il romanzo è un esercizio di buon professionismo stelle e strisce, come alcuni solidi film girati e sceneggiati con mestiere (e infatti questo libro è stato trasposto al cinema con successo) che non ti appassionano più di tanto, ma riescono a intrattenerti fino alla fine.

----------------------------------------------------
Informazioni sul libro
Stephen Amidon - Il capitale umano
Ed. Mondadori 2008
Traduzione di Marta Matteini
415 Pg.
Attualmente in commercio 
----------------------------------------------------

Commenti