LIBRI E RECENSIONI. PAOLO VITALIANO PIZZATO - LA LOGICA DEL MAMMIFERO

LE MADRI QUELLE FORTI


La logica del mammifero


A volte le fallacie deduttive. Di Paolo Vitaliano Pizzato avevo letto e recensito nel 2015 Quella solitudine immensa di amarti solo io.
Trovandomi tra le mani questo La logica del mammifero, uscito nel 2016, mi son trovato a pensare che rappresentasse un passo in avanti rispetto al precedente. Poi l´autore stesso mi ha spiegato come questo sia stato pubblicato ora, ma scritto prima.

Si tratta di un romanzo più lungo e dalla struttura più complessa rispetto a Quella solitudine, da cui forse la mia sensazione sopra esplicitata, di fatto si tratta di due testi molto diversi, ma con un paio di cose in comune, ovvero l´altissima qualità della scrittura e il piglio davvero molto classico, che qui addirittura vien fuori con maggiore decisione.

Si tratta della storia travagliata di Clarissa - prima bambina poverissima e malmenata e poi madre decisa a tutto pur di assicurare al figlio (Lorenzo, detto Cico) un destino diverso.
Se vi pare che già in questo accenno di trama non manchino le tonalità del tragico, del patetico, del drammatico (anche in senso teatrale) non vi sbagliate, e in effetti si tratta di un vero e proprio moderno feuilleton, uno di quelli in cui nel giro di quaranta o cinquanta pagine succede di tutto: botte, furti, innamoramenti, morti annunciate, funerali. E il tutto con grande naturalezza perché vi avverto, Pizzato prende tutto molto sul serio, non c´è distanziamento ironico ma si aderisce pienamente alla voglia e il tormento di raccontare le peripezie e le dolorose vicende dei personaggi.
I riferimenti sono alti (ci ho visto Zola, Dickens e direi addirittura qualcosa di De Amicis) e la riuscita garantita, chiaramente bisogna stare al gioco ed essere disposti nel 2016 a leggere qualcosa di paradossalmente tanto classico da essere molto differente, una sorta di corpo estraneo rispetto al canone o la media (ammesso che vi siano) dei romanzi italiani contemporanei.

Devo dire che ci si diverte molto, per esempio ci si gode tutto l´inizio con la famiglia di Clarissa, un padre cattivissimo, quasi un Mangiafuoco e/ma allo stesso tempo figura vivida e reale, i vari deus ex machina che rilanciano la trama, poi lo sbrogliarsi della stessa in una Milano anni ´70 e poi ´80 descritta con maestria e tocchi espressionistici, una Milano di periferie sferraglianti, evasione fiscale e differenze di classe.
Sottolineavo la teatralità specie in alcuni dialoghi e scene di interni - nei primi a volte appunto si dice e spiega fin troppo, sintomo di un´urgenza dello scrittore, a mio modo di vedere, di raccontare e dipanare e metterci al corrente di una storia che evidentemente gli bruciava dentro, quella di Clarissa, una donna e madre forte e disperata, "ignorante" e sapiente allo stesso tempo, che impone la sua presenza nel libro, come ha fatto con il suo essere genitrice nei confronti di Cico. E che soprattutto - ci appassiona per oltre 400 pagine.

----------------------------------------------------
Informazioni sul libro
Paolo Vitaliano Pizzato - La logica del mammifero (Storia di una madre)
Ed.Prospero 2016
408 pg.
Attualmente in commercio 
-----------------------------------------------------

Commenti