LIBRI E RECENSIONI. PILLOLE. ULF PETER HALLBERG - TRASH EUROPEO

IL CATALOGO É QUESTO

Questo dello svedese Hallberg é un libro particolare, divagante, ricco di fascino e non sempre semplice da seguire; l' autore cura un mix di romanzo, saggistica e autofiction. contrappone il sogno catalogatorio del padre (che letteralmente colleziona cultura europea - da Visconti a Baudelaire a Benjamin e ancora viaggi, letture, film, poesie, romanzi, tennis) al materialismo che impone la ricerca dell' utile a tutti i costi. 
Contrapposizione non proprio originalissima ma svolta con indubbie competenza e partecipazione emotiva. 
Alla fine però si tratta di un' opera "aperta" al lettore e funzionano quindi di più i passi in cui gli si parla, ad esempio quello - vagamente delilliano - in cui Baudelaire diventa un investigatore europeo invitato dalla polizia newyorkese e dai servizi segreti nel contesto dell' 11 Settembre. 

Altri passi sono - mi ripeto - fascinosi ma un po' ermetici, da cui un giudizio discreto ma non ottimo, come una gemma nascosta ma ancora da sgrezzare compiutamente.

Commenti