LIBRI E RECENSIONI. REBECCA WEST - SERRA CON CICLAMINI

NORIMBERGA E DINTORNI

Serra con Ciclamini



La letteratura sul Nazismo é ricca, meritoria, sfaccettata e apparentemente inesauribile. Un genere che a sua volta - per forza di cose - si compone di sotto-generi
Questo Serra con ciclamini della grande scrittrice inglese Rebecca West va a inserirsi nella categoria dei reportage. Sono articoli che la West scrisse da inviata sul posto: prima al processo di Norimberga, poi nella Germania (in particolare a Berlino) post bellica, quella delle ristrettezze, delle contraddizioni e dell´orgogliosa ricostruzione.

La penna della West é ricercata, profonda, qualche volta barocca. Alle prese con i gerarchi nazisti di Norimberga fornisce i risultati migliori: li tratteggia e li riassume con tocchi rapidi ed espressionisti, la grandezza in qualche modo sordida di un Göring, il decoro distante del banchiere Schacht e ancora la mediocrità irrefrenabile di altri protagonisti di quelle pagine nere e in qualche modo incomprensibili.
Anche la descrizione di ambienti (prima Norimberga, poi una Berlino distrutta ma vitalissima) é nelle corde della scrittrice, e la "presa diretta" riesce a darci prospettive nuove e fresche su una storia (che considereremmo normalmente) fin troppo nota.

La West cerca di mettere insieme storia, cronaca, dato di costume e approfondimento sociale ed economico. Pur nella sostanziale ottima documentazione e lucidità in quest´ultima forse appunto quel po´di ricercatezza della sua scrittura va a discapito della chiarezza e produce passaggi un po´contorti e ripiegati su se stessi, come se la logica del Destino delle Nazioni poco si sposasse alla visione sostanzialmente narrativa (forse romanzesca) della scrittrice.
Mi pare che in questo senso non aiuti la traduzione (che pure é di Masolino d´Amico) che mi pare sia talvolta arcaica e legnosa.

Detto questo, già le pagine sugli accadimenti in aula durante il processo giustificano la lettura, specie per chi sia interessato ai temi. Un recupero quindi giusto, logico e meritorio quello di queste pagine, da parte dell´editore Skira. E un invito ad approfondire la West e la sua opera narrativa.

Commenti