LIBRI E RECENSIONI. JULIAN BARNES - AMORE ECC...

GWYN BARRY RELOADED

Amore ecc




Quando usci L´Informazione di Martin Amis, si era parlato molto dell´anticipo milionario ricevuto dallo scrittore, e del litigio di Amis con Julian Barnes, in quanto il primo - preso da improvvisa avidità e ansioso di rifarsi la dentatura - aveva lasciato il suo agente storico Pat Kavanagh, moglie del secondo per accasarsi con Andrew "Lo Sciacallo" Wylie.
Alcuni arrivarono a identificare lo stolido (ma baciato dal successo) Gwyn Barry del libro con Barnes stesso. Cosa che ai tempi e poi conoscendo meglio Barnes come scrittore avevo escluso; davvero troppo vanitoso e superficiale Barry, rispetto all´ex-amico-di-Amis o a come ce lo immaginiamo.
Ma la nostra visione é influenzata dalla cronologia, da come conosciamo un romanziere, e c´é da dire che il Barnes di questo Amore Ecc... non sembra affatto possedere la penna sensibile e profonda che ha creato il bellissimo Il senso di una fine ma - senza andare troppo lontano - neppure quella di un Arthur e George che - ben lungi da essere un capolavoro - mostra uno scrittore decisamente sopra la media e tutt´altro che superficiale o stolido.

Amore Ecc...non fa pensare in prima battuta a un brutto libro; non é "brutto" il primo aggettivo che viene in mente.
Insulso, inutile, compiaciuto, kitsch (uso la versione tedesca). Ecco, questo.
Davvero vengono in mente i giudizi che Tull (lo scrittore sfigato dell´Informazione) riservava
all´opera di Barry. "L´unica cosa commovente di Amore Ecc...era la pretesa di essere un romanzo" oppure "Amore Ecc...sarebbe stato notevole solo se Barnes lo avesse scritto col suo piede sinistro".

Questo é uno di quei casi in cui troverei ingiusto - nel nome dell´ammirazione ex-post per Barnes - trovare il modo di rivalutare il libro dicendo che comunque ci sono momenti divertenti, o sottili, o una buona conoscenza dei modi e delle manie british, su cui si satireggia a volontà. É il minimo, é il minimo sindacale, visto il nome di scrittore speso sulla copertina. Cioè, si spera che Barnes sia capace almeno di essere (talvolta) spiritoso senza sbracare (e in questo romanzo si sbraca a ripetizione), e di conoscere la natura umana senza creare teatrali manichini, bambolotti da ventriloqui senza profondità (e i 3 compagnoni di questo libro ci si avvicinano spesso) e di conoscere la natura delle cose nel proprio paese. Davvero il minimo.

Per fare alcuni esempi: con in mano il libro, un lettore attento deve (deve proprio) mettere in discussione la premessa su cui la storia si basa, ovvero l´amicizia tra Stuart e Oliver. Amici? Dove e come nasce? Lo scrittore e i due personaggi lo ripetono continuamente. Amici. Quasi a voler ammonire il lettore a crederci. Se no non si diverte. Ma quello che si legge é disprezzo, tra i due. Che non ha neanche la qualità di essere davvero cattivo e penetrante e farci sapere qualcosa in più dei personaggi e delle dinamiche maschili.
Le moine e il birignao di Oliver sono per la maggior parte del tempo insopportabili: un ex-attore da avanspettacolo o imbonitore da strada lievemente brillo, ecco cosa sembra. E la sua conversione alla tenerezza amorosa é credibile e profonda quanto la storia della Roberts con Richard Gere in Se scappi ti sposo. Tale é il livello.
E su Gillian preferisco sorvolare, che il personaggio piú che fascino e volubilitá femminili trasmette recrudescenze in un maschilismo gretto e non esattamente "polite" che preferirei evitare.

Non sono andato a vedere quello che ha pensato la critica, quella ufficiale e autorevole, di questo libro. Magari quella inglese si é divertita, o é stata clemente, vista la statura dello scrittore.

Preferisco immaginare una conversazione tra Barnes e Amis a libro appena uscito.

- Ciao Martin, e allora che ne pensi del mio "Taking it Over"
- Ehm...guarda...no...carino...senti però ho un problema serio ai denti, mi passi un attimo Pat?




Commenti

  1. In altre parole, questo libro fa pena :D
    Il senso di una fine non l'ho letto ancora.

    RispondiElimina
  2. é come dire...stucchevole e innocuo allo stesso tempo...

    RispondiElimina

Posta un commento