LIBRI E RECENSIONI. PAUL AUSTER - NOTIZIE DALL´INTERNO

COME UN REWIND DELLA VITA


Stranamente uscito in sordina, nel senso che se ne é parlato relativamente poco, questo ultimo libro di Auster é complementare al (bel) Diario d´Inverno uscito un anno prima: vanno a comporre un´ideale autobiografia dello scrittore. 
Nel Diario d´Inverno prevaleva la riflessione a posteriori, quindi un tentativo di tracciare un bilancio della propria vita, attraverso le proprie debolezze e ancora paure, o anche semplicemente l´evolversi - o il deperire - del proprio corpo.
In questo ultimo Auster risale invece alla propria infanzia e adolescenza fino ad arrivare ai vent´anni, prevale una narrazione quasi "in diretta", poco filtrata dalla sensibilità attuale dello scrittore. Ci vengono mostrate diverse iniziazioni: la prima bugia, la prima umiliazione, i primi baci, il primo momento di consapevolezza dell´essere ebreo e così via.Auster é scrittore sublime ma non tutte le pagine brillano, a volte il pilota sembra automatico. 
Paradossalmente i pezzi migliori sono quelli che "si limitano" a fare la cronaca di due film che hanno colpito l´autore ragazzino ("Radiazioni BX" e "Io sono un evaso"), e ce li fa vivere - la parola scritta nobilita ciò che non possiamo vedere su uno schermo.Fondamentalmente quindi: da leggere per gli appassionati di Auster e per chi già abbia apprezzato il Diario d´Inverno, rispetto al quale é comunque nettamente inferiore

Commenti