LE ANTICIPAZIONI. QUARTO TRIMESTRE. I COSIDDETTI LIBRI EVENTO (KNAUSGARD, YEHOSHUA, RUSHDIE, ISHIGURO, AMMANITI...)

QUELLI DI CUI "SI PARLERÁ" MOLTO


Recensireilmondo





Dopo la pausa di Agosto, si riprende con la stagione dei festival letterari e delle fatidiche uscite dell´ultimo trimestre, molto importanti anche per la presenza del periodo natalizio, laddove il libro diventa anche gradita (o meno) "strenna".

Qui il tentativo di riassumere qualche Libro Evento, sfociando anche - ma spero in maniera sana - in qualcosa di più Mainstream del solito.

Alle nicchie tornerò nei prossimi giorni con la seconda puntata di questo speciale anticipatorio per la fine del 2015.


Kauzo Ishiguro  - Il gigante sepolto - Einaudi (8 Settembre)

Lo scrittore britannico é conosciuto e quotato anche da noi, qui si dedica a una trama particolarmente fiabesca se non fantasy, cosa che potrebbe fungere da ulteriore richiamo per i lettori.
Qui qualche dettaglio in più


Jeff VanderMeer - Accettazione - Einaudi (6 Ottobre)

É il capitolo conclusivo della cosiddetta trilogia del Southern Reach (da noi Area X), quello in cui dovrebbero sciogliersi tutti i nodi. A me sinceramente il primo ha già convinto poco e non ho trovato veri elementi di novità o di particolare tensione, so però che esperti del genere horror/fantasy si sono appassionati.


Karl Ove Knausgard - L´isola dell´infanzia - Feltrinelli (Ottobre)

Terzo volume della grande e discussa saga autobiografica dello scrittore norvegese, il primo veramente inedito in Italia (gli altri due già usciti erano stati portati precedentemente in libreria da Ponte alle Grazie prima di passare a Feltrinelli).

Salman Rushdie - Due anni, otto mesi e ventotto notti - Mondadori (Ottobre)

Anche se dopo i suoi capolavori in tempi piú recenti Rushdie ha dato prova di una certa discontinuitá di ispirazione, rimane uno dei maggiori scrittori di lingua inglese, e questo é il suo nuovo romanzo dopo 7 anni di "silenzio".
É una storia con aspetti magici e fantasy, che spazia da un presente post-catastrofe costellato di avvenimenti misteriosi e un passato di entità tra il diabolico e l´angelico, con una ricca discendenza di creature dagli strani poteri che vivono fino ai nostri giorni.
Mi pare che contenga l´ispirazione spesso tendente al magico (appunto) di Rushdie, ma chi lo ha letto vede anche un significato metaforico nella descrizione della lotta tra le forze del bene e del male, un tema direi "millenaristico" e globale.
Staremo a vedere, rispetto ad altri Rushdie le dimensioni (ca. 300 pagine) sono poi relativamente contenute.


Abrahm Yehoshua - La comparsa - Einaudi (Ottobre)

Nuova opera del sommo scrittore israeliano, di nuovo in una dialettica tra storia privata e presente "sociale" di Israele, come scrivevo in questa apposita anticipazione.

Don Winslow - Il cartello - Einaudi (Dicembre)

Credo basti dire che é il seguito de "Il potere del cane", opera tra le più riuscite del bravo giallista americano, con il ritorno di personaggi "larger than life" (nel bene e nel male) come Art Keller e Adan Barrera.

Niccoló Ammaniti - Anna - Einaudi (29 Settembre)

Ammaniti é il nostro scrittore di intrattenimento con qualità, a mio parere, un po´il nostro Stephen King e seppur abbia avuto comprensibili alti e bassi, attendo con molta curiosità questo suo nuovo romanzo.
C´é molto di suo, della sua usuale poetica: i ragazzini, la provincia (questa volta la location é in Sicilia), le ingiustizie, la lotta contro la violenza dei grandi. Di nuovo c´é una furba e molto attuale ambientazione di tipo post-apocalittico (Ammaniti deve aver letto McCarthy ma anche Barison e Zardi e di questi ultimi pensato "Ehi! Ma queste sono idee mie!"). Il tutto in 380 pagine, quindi lasciando tempo e spazio per appassionarsi.

Parlerò a parte dell´evento "Quarta puntata della serie Millenium con Lisbeth Salander" per cui per il momento é tutto...stay tuned.


Commenti

Posta un commento