LE MIE STREVISIONI

STREGA 2015. LA CLASSIFICA CHE PREVEDO



Su Recensireilmondo




Stiamo sull´attualitá e proviamo a fare una previsione più precisa e definitiva sulla votazione dello Strega 2015.

Al primo posto. Io dico che vince Nicola Lagioia con il suo La ferocia. Editore giusto, libro leggibile ma ambizioso, e poi moderno nei temi (potrebbe anche chiamarsi "L´avidità") e nello svolgimento (il virato Noir).
Unico "Ma" geopolitico: sarebbe la seconda vittoria consecutiva di Einaudi.

Al secondo posto. La Ferrante secondo me sarà per lo Strega quello che Arbore o Elio e le Storie Tese sono (stati) per il Festival di Sanremo. Gli Outsider che se la giocano fino alla fine diventando i beniamini del pubblico.
Io credo che la liturgia dello Strega preveda un partecipante presente alla premiazione; inoltre si tratterebbe comunque di un´ottima posizione e ci si potrà consolare dicendo "beh, sarebbe adeguato un premio alla quadrilogia, questo é il quarto capitolo ed era chiaro che non fosse possibile giudicarlo a sé stante".

Al terzo posto. Vedo Covacich, anche lui Outsider specie per il genere (racconti) anche se potrebbe giocarsela fino alla fine (nelle mie previsioni) con la Ferrante.

Al quarto posto. Santagata, che sta occupando una nicchia ma lo sta facendo bene, per alcuni é già stata una sorpresa vederlo in cinquina, può far breccia tra i più "letterari" e tradizionalisti tra gli amici della domenica. Comunque vada sarà un successo.

Al quinto posto. Vedo Genovesi che ha già fatto una gran cosa facendosi candidare, arrivando in cinquina e vincendo lo Strega Giovani. Il suo libro è soprattutto sereno e sentito intrattenimento, mi verrebbe da dire che pur arrivando quinto il risultato sarebbe di tutto rispetto, penso che il proprio "Bonus" lo abbia esaurito appunto vincendo il premio Giovani.

A domani per il commento ex-post.

Commenti