LE ANTICIPAZIONI. DON CARPENTER E BRET A.JOHNSTON

STORIE A STELLE E STRISCIE


Le anticipazioni



Per l´americana ho sempre un occhio di riguardo, e ora vi "devo" 4 anticipazioni, due immediate (libri in uscita) e due più a medio termine, libri che mi sembrano molto interessanti. Oggi affronto le prime due, in uscita in questi giorni.

Sulla Stampa Gianni Riotta mi ha già "Bruciato" la prima, ma é stato un piacere visto l´articolo ben fatto e circostanziato.
Si tratta di uno dei tanti "minori" della letteratura made in USA; Don Carpenter, amico di Richard Brautigan (ambedue nati negli anni ´30, ambedue parte della "scena" letteraria e se vogliamo controculturale di S.Francisco, ambedue morti suicidi, a circa 10 anni di distanza l´uno dall´altro.

Il libro di cui parla qui Riotta si chiama "I venerdí da Enrico´s", uscirà per la rediviva Frassinelli e i motivi di interesse sono tanti.
Intanto é un postumo, lo scrittore ne lasciò una bozza non editata ed é stato incaricato un certo Jonathan Lethem di curarlo. Un´operazione che Lethem - ammiratore di Carpenter - ha accettato con un po´di iniziale soggezione e poi con crescente entusiasmo visto (dice lui) il valore dell´opera, consapevole di doverlo rilavorare/rivedere senza "violentarlo" - noi lettori dobbiamo comunque essere consapevoli che chiaramente per quanto sia stato bravo e fedele Lethem si tratta inevitabilmente di un´operazione di riscrittura ed editing sul testo di uno scrittore non più in vita, quindi con ampi margini di arbitrarietá. Sará un libro di Carpenter + Lethem, inevitabilmente (e Lethem é bravo!).

Altro motivo di interesse: toccato dal suicidio di Brautigan, Carpenter aveva originariamente pensato di scriverne una biografia, per poi ripiegare invece su questa fiction dove di fatto descrive l´ambiente della west-coast (contro)culturale degli anni ´60 che i due si trovarono a vivere da amici e sodali, tutte le contraddizioni di quell´epoca, la speranza di cambiare il mondo le droghe i figli dei fiori e ancora l´ingenuitá dei movimenti studenteschi le ambizioni (frustrate?), una cerchia di amici che (come fa notare Riotta) possono sembrare usciti da un romanzo di Kerouac, ma più realistico e meno spavaldo, si riuniscono da Enrico, come da titolo.
Mi pare una cosa fascinosa, e ci guarderò dentro appena posso.

Un´altro libro in uscita in questi giorni é invece contemporaneo e ha avuto un ottima ricezione negli USA:
L´autore é Bret A.Johnston e il romanzo si chiama "Ricordami così", viene descritto (dall´editore Einaudi) come una storia di Lehane scritta da Franzen ed é una sorta di Thriller mancato, una classica "ricerca etica" tipica di certa letteratura americana.
Un ragazzino sparisce; la famiglia lo cerca, disperata, poi inizia a elaborare il lutto, e dopo 5 anni il ragazzino ricompare. E mette se stesso e la famiglia di fronte a scelte e quesiti: cosa é successo veramente? Cosa é rimasto della famiglia? La maniera di ognuno di elaborare il lutto sono compatibili  con il ritorno di Justin? Cosa si é rotto? Ed é giusto?
E chi ha perpetrato per primo l´ingiustizia? Justin é veramente quello di prima? Cosa si é spezzato in lui?
Il romanzo si é conquistato le lodi di John Irving, Alice Sebold e Dubus III.
Per una volta comunque rimarco il prezzo particolarmente elevato con il quale Einaudi lo fa uscire; 21 Euro, non poco per un autore inedito in Italia, mediamente credo significhi che lo abbiano "pagato caro" e provino a fare il botto o comunque  a recuperare i costi.

Per ora é tutto, andrò avanti con altre due anticipazioni più autunnali, per cui stay tuned.

Commenti