BREAKING NEWS. I 12 FINALISTI DEL PREMIO STREGA

LA PRIMA SCREMATURA


12 finalisti



Ecco la lista dei 12 finalisti che si contenderanno l´entrata nella cinquina del Premio Strega

- Il paese dei coppoloni (Feltrinelli) di Vinicio Capossela

- La sposa (Bompiani) di Mauro Covacich


- Storia della bambina perduta (e/o) di Elena Ferrante


- Final cut (Fandango) di Vins Gallico


- Chi manda le onde (Mondadori) di Fabio Genovesi


- La ferocia (Einaudi) di Nicola Lagioia


- Il genio dell’abbandono (Neri Pozza) di Wanda Marasco


- Se mi cerchi non ci sono (Manni) di Marina Mizzau


- Come donna innamorata (Guanda) di Marco Santagata


- Via Ripetta 155 (Giunti) di Clara Sereni


- XXI Secolo (Neo) di Paolo Zardi


- Dimentica il mio nome (Bao Publishing) di Zerocalcare



Alcune conferme e qualche piccola sorpresa.

Manca Iacopo Barison e il suo Stalin+Bianca molto "portato" da critica e pubblico (e romanzo riuscito, seppur meno originale di quanto la critica stessa a volta ha dato a pensare), fuori Fabio Viola e I dirimpettai la sua satira dell´ambiente televisivo romano. 

Penso che la sorpresa più grande tra le "presenze" sia Se mi cerchi non ci sono di Marina Mizzau, libro di cui si é parlato "meno" di altri candidati in corsa. Ma sono tutte valutazioni ex-post, chiaro.

Vedendo gli editori ne abbiamo 6 grandi, 1 che definirei medio (Neri Pozza) e 5 piccoli, lo scorso anno la proporzione era 7-1-4.

Azzardo la cinquina: Covacich, Genovesi, Lagioia, Ferrante, Sereni

Commenti

  1. Non vedi Zerocalcare nella cinquina? Io lo avrei dato per certo...
    Forse ingenuamente avrei visto un testa a testa tra lui e la Ferrante.

    RispondiElimina
  2. Anch’io vedo Zerocalcare al posto della Sereni. Tranne la Ferrante, non ho letto nessuno dei libri tra i 12 finalisti e il dibattito sullo Strega non mi appassiona granchè. Però metti che vince uno Zardi (Neo edizione, l’unica vera piccola CE nella lista) o un non-romanzo, tipo Dimentica il mio nome, almeno ci sarà qualcosa di nuovo di cui parlare…

    RispondiElimina
  3. magari sbaglio ma non credo che Zerocalcare entrerá in cinquina, né che Zardi vinca, anche se il libro é valido.

    Come mai dici che Neo é l´unica piccola? E Manni? E Fandango?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, Fandango è tante cose e dal punto di vista economico non credo sia equiparabile ad una piccola casa editrice. Poi c’è Manni e la vecchia polemica sull'editoria a pagamento…

      Elimina

Posta un commento