LIBRI E RECENSIONI. MATTIA SIGNORINI - ORA

ADOLESCENZA NON TROPPO ORIGINALE

Mi pare giusto che l´adolescenza e i relativi ricordi siano importanti, anzi - molto importanti.

Per cui il romanzo tutto rimpianti, frasi non dette, chiarimenti non avvenuti alla fin fine é una scelta sicura, come ci dimostrano i vari Brizzi, Culicchia, Frascella - laddove per sicura intendo la ragionevole certezza di trovare un pubblico ricettivo, disposto ad ascoltare, insomma.

Qui c´é molta sinceritá nella descrizione della provincia, tantissimo affetto nel descrivere quei personaggi strambi o fin troppo normali che proprio non sanno andare via dal paese, restano lí...
e per questo il libro ti verrebbe da promuoverlo ma poi ci sono metafore risapute, storie che sai giá come vanno a finire e ti chiedi cosa abbia di particolare questo romanzo, roba che "Jack Frusciante" di Brizzi se lo mangia e lo digerisce con facilitá. insomma gradevole magari, ma anche tanto leggero, e ordinario...

Commenti