PORDENONELEGGE PARTE 1 - LE IMPRESSIONI / UN TRAILER

PANNOCCHIE E PASSEGGIATE

le prime impressioni di Recensireilmondo



Cose che mi sono piaciute

1) la cittá bardata di giallo e di pannocchie che si stringe attorno alla manifestazione

2) l´ottima organizzazione con questi ragazzi pure vestiti di giallo (gli Angels) che danno informazioni e smistano le file per gli eventi mainstream

3) il fatto che a parte PG Battista e GA Ferrari (ne parleró a parte) dal Mainstream mi sono tenuto lontano

4) lo Stand dei libri usati in piazza

5) l´ospitalitá dei friulani

Per molti il Clou é stato Umberto Eco, Grossman (che avrei visto con piacere), Vito Mancuso (che non conoscevo ma che si é conquistato una notevole fila).

Per quanto mi riguarda, mi sono fatto trascinare sia dall´istinto che dalla pianificazione. Una parte notevole l´ha avuta la poesia - con i cari amici di Transeuropa intenti in operazioni meritorie, coraggiose e interessanti.

Ho incrociato due volte Andrea de Carlo (che se la tira un po´, ma insomma é uno che da scrittore italiano vive di scrittura, appunto, qualche motivo ce l´ha).

Ho incrociato un gruppo di simpaticissimi scrittori friulani, emergenti, che magari appariranno nello Sportello tra qualche tempo.

Non ho letto mezza riga, ero sempre in giro.

Questo é solo un Trailer. Non ho intenzione di parlare di me. Gli spunti ci sono. Battista & Ferrari non si sono impegnati piú di tanto. Sembrava una di quelle partite tra vecchie glorie.

Stassi&Pecoraro: presentazione suggestiva, meglio il secondo (incazzoso e austero) che il primo (timidone ed empatico). Ne parleró perché entrambi sono andati a parare (ok, c´é stata una domanda in merito) sul tema del ´68 - per entrambi i libri la relativa sezione era a mio modo di vedere la piú debole.

Ho bigiato diverse altre cose.

Questo é solo un Trailer.

Commenti