LIBRI E RECENSIONI. FRANCO MIMMI - CORSO DI LETTURA CREATIVA.

IL GIOCO DEL ROMANZO


su Recensireilmondo



Questo libro (né romanzo, né saggio) é una "creatura" piuttosto particolare, una lettura allo stesso tempo giocosa e dotta, che nella sua breve misura sa regalare molteplici spunti.

Si immagina un professore che sulla base di un romanzo sconosciuto, enigmatico (e immaginario) crei un corso di lettura creativa, dove la lettura (e la compresione profonda di quello che si legge, dei nessi, delle allusioni) diventa la quest, i lettori gli investigatori, e lo scioglimento - beh, immagino che lo scioglimento sia non solo il significato ultimo di un romanzo (ammesso che ve ne sia uno, o solo uno) ma anche l´insieme degli indizi e dei possibili signficati che lá conducono - come tanti possibli scioglimenti di molte indagini parallele.

Alla fine la tesi é che - sopratutto se parliamo di classici - le allusioni, gli infingimenti, le intenzioni dell´autore e il loro palesamento, i falsi movimenti, gli scarti di prospettiva, i rimandi interni facciano parte del romanzo almeno quanto le cose piú evidenti come intreccio, dialogo e personaggi.

Di fatto si invita il lettore (o i partecipanti al corso, gli studenti) a seguire il professore in un´analisi del libro (a proposito: si chiama Entropia e l´autore é un certo Giorgio - o Giorgina - Ulivó) che si fa quasi subito comparativa ovvero in un dialogo continuo con i classici, con tantissimi riferimenti (avevo colto quello a Perec, un altro evidente ed esibito é quello a Calvino) che hanno la grande valenza di far venire voglia di leggere, rileggere o approfondire, cosa che é caratteristica della migliore saggistica letteraria.

Altra qualitá: il libro é sanamente ridotto nelle dimensioni, scritto con grande ironia e divertimento, il ché contribuisce a una lettura agile, gradevole e rinfrescante.

L´invito é in ultima analisi quello a una lettura partecipe e consapevole, qui si potrebbe aprire un capitolo a parte sulla differenza tra una lettura spontanea (che potrebbe essere la prima, quella destinata a dare una prima impressione) e una lettura - o meglio rilettura - consapevole, fatta di appunti, di schemi, di - come dicevo sopra - piacere dell´indagine, credo che l´autore abbia buttato lí, con notevole competenza e partecipazione empatica, le fondamenta e gli spunti, a ogni tipo di lettore l´onere (o il privilegio) di quale scelta sia la migliore, anzi la piú adatta.

-----
Informazioni utili

WIKI-Biografia dell´autore

L´editore é Lampi di Stampa

Commenti