LIBRI E RECENSIONI. ESHKOL NEVO - LA SIMMETRIA DEI DESIDERI

COMPLESSO E (MA) ACCESSIBILE

Qui si tratta di lodare un romanzo (questo) - ma anche di dare finalmente un nome a un genere. e io saró ormai bollito ma é un genere che al di lá della provenienza israeliana dell´autore é sopratutto anglosassone - é il genere leggibile ma che allo stesso tempo non abdica a determinate ambizioni da affresco generazionale, da radar sulla societá e gli usi dei nostri tempi. Mi vengono in mente Coe (forse piú il primo), Nicholls, anche Torday.


Come chiamarlo? "in betweener" Mainstream (cioé a metá tra il mainstream e qualcosa di piú ambizioso)? NWODRRML (new wave of the romanzo romanzo ma leggibile)?

Non lo so. qui é possibile una lettura colta: omniscenza onnipotenza e parzialitá dell´autore - romanzo nel romanzo - la possibilitá dell´autore di piegare gli eventi alla propria volontá - ma anche una pura lettura di intrattenimento: l´amicizia virile, il caso, le donne e l´impossibilitá di capirle.
di israeliano rimangono alcuni gusti (sapori) inconfondibili e una certa allusivitá che si ritrova secondo me anche in Abrahm Yehoshua.

Romanzo molto riuscito e con il quale é semplice entrare in sintonia.

Commenti