Passa ai contenuti principali

LIBRI E RECENSIONI. GEORGI GOSPODINOV. FISICA DELLA MALINCONIA.

AFFASCINANTI LABIRINTI

Premio Strega Europeo

Si è parlato abbastanza di questo autore e questo libro, che è stato anche candidato al Premio Strega Europeo (qualsiasi cosa esso sia).

In realtà mi sarebbe piaciuto che nelle recensioni trovate in giro su questo libro si citassero più riferimenti, mi si aiutasse a collocare questo autore; ho trovato invece uno sparuto paragone con Borges. Io direi anche Kundera - Kundera però riletto alla luce di quello che questi ultimi anni ci hanno insegnato: ad esempio che si può tranquillamente fare auto-fiction senza paura di essere invadenti e si può passare di palo in frasca quanto si vuole.

Questo fa Gospodinov: procede per frammenti, seppur ci sia un ben preciso filo conduttore legato al Minotauro - giocato in chiave di riferimento all´infanzia e all´identità.
Lo scrittore stesso si presenta come malato di empatia, impossibilitato a vivere solo la propria storia e condannato ad assorbire anche le vite (e storie) di altri.

Il tutto è avvincente e ci trovo un andamento divagante che (non so perché) mi viene da considerare tipico degli scrittori dell´est.

Alla fine la riuscita di un libro come questo dipende appunto dalla tenuta dei singoli pezzi e dal loro lavoro di insieme, in questo senso la prima metà del libro avrebbe meritato anche un voto più alto, ma l´ultima parte si fa a mio modo di vedere troppo liquida e faticosa.
Ma in generale un autore molto interessante e fascinoso, che è valso la pena scoprire.