SPORTELLO EMERGENTI: MIRABOLANTI AVVENTURE? MA MI FACCI IL PIACERE...

A GRANDE RICHIESTA LA CONTRORECENSIONE

Ci sono tre tipi di libro che proprio DEVO stroncare, che é piú forte di me. 

1) quello dove l´autore vuole provocare fine a se stesso, 

2) quello dove l´autore si dimostra pagina dopo pagina convinto di aver scritto qualcosa di taalmeeente ironico, taanto divertente, ma si diverte solo lui, e 

3) quello dove l´autore crede - é convinto - di aver trattato temi serissimi, dirompenti. 

Ecco, con tutta la simpatia per lo scrittore che si nasconde dietro lo pseudonimo Nathan K.Raven (perché poi) in queste "Mirabolanti avventure di Spazz-Never" l´autore ricade in pieno nella seconda e terza categoria. Ok, la satira, la satira di Facebook, e í soliti triti e ritriti temi pseudo-orwelliani - c´ era proprio bisogno di un libro che tornasse sull´argomento, che ci propinasse l´ennesima parodia dei Social Media, e poi tirate sulla pubblicitá e sul suo potere ipnotizzante, tutto molto scontato, roba che i miei vecchi Topolino di anni fa andavano molto piú alla radice del problema.
 Ah dico Topolino non a caso, in effetti la storia é molto fumettistica, salvando qualcosa si puó dire che le idee di base dei personaggi sono mediamente azzeccate, Spazz-Never lo spazzaneve "galattico", il Dottor Maleficus (peraltro una copia carbone del Dottor M di Austin Powers) e poi un Babbo Natale decisamente fuori dall´ordinario - peró poi l´autore perde a quasi ogni pagina il controllo della trama e gigioneggia con Califoggia e con il Cane di Bin Laden, ideuzze che prese singolarmente producono un sorrisino, ma poi una dopo l´altra stancano, stuccano (nel senso di stucchevole). 

Insomma, mentre ad altri autori senza dubbio consiglierei di prendersi un po´meno sul serio, con il buon Nathan andrei in senso contrario: prenditi sul serio, parla di cose serie, inizia dalle cose serie, che non basta una risata a esorcizzare il mondo - ma forse a Recensirlo si :-)

Commenti