LE RECENSIONI. JAMES SALTER - TUTTO QUEL CHE È LA VITA

UNO DEI LIBRI DELL´ANNO?

per Recensireilmondo

 

Capitemi. Non potevo non leggerlo subito questo libro di James Salter, Tutto quel che è la vita.
Nel retrocopertina ci sono i complimenti di Ellis, Ford, Barnes, White, Banville.
Ovunque sia stato stampato, è stato un grande successo di critica.

Di solito questo unanimismo è preludio di capolavoro. O di possibile fregatura (scuserete il termine, è per farmi capire).

Stranamente questo libro di certo non è la seconda cosa, ma si ferma a qualche centimetro da essere la prima. E´semplicemente un gran bel romanzo, scritto con grande maestria, che abbraccia 40 anni di storia del protagonista, con un ritmo fluviale, con grande controllo della materia (non era semplice).

Fondamentalmente i temi sono quelli che preferisco: relazioni, amori, tradimenti. Salter leviga le sue frasi, ha il dono della sintesi, una sintesi parlante se capite quello che voglio dire.
Si vede che i suoi riferimenti sono alti: c´è questo tono molto classico da Fitzgerald (anche se credo che il vero maestro dell´autore possa essere Hemingway), tanto che anche quando l´azione si sposta una decina di anni fa, i personaggi ti sembrano ancora un po´fissi nel loro essere anni ´30 ´40 ´50, sai quei personaggi sempre intenti a mettere ghiaccio in un bicchiere di scotch e vestiti impeccabilmente.

C´è tanto amore per la vita e per le donne, in questo libro, dialoghi a volte magistrali, secondo me Salter cede un pochino nelle scene di sesso, dove indulge su metafore davvero troppo classiche, non evitando il rischio del kitsch.

Dello stesso autore - per prepararmi - avevo letto lo scorso anno Un gioco e un passatempo, che pure vale ma mi pare inferiore a questo.
Salter ha 88 anni, è un segreto ottimamente custodito della letteratura americana, magari non entrerà nel circolo dei grandissimi alla Roth, alla Bellow, ma questo romanzo vale molto, per la sua compostezza, per il suo trascinarti in cose che credi di sapere già, ma che è sempre gradevole sentirsi ripetere.

Se vi ritrovate nel genere, procuratevelo.

Commenti