LIBRI PER IL 2014 - LE ANTICIPAZIONI (OUTSIDERS)

SI PREANNUNCIA UNA BUONA ANNATA

 

 

 

Cominciamo a dire che nella definizone "Outsider" non ci vuole essere nessuna accezione negativa; anzi - é la vocazione di questo Blog, andare a rovistare nel meno noto, nel "minore" (magari solo a livelli di numeri di vendita), scoprire.

Per questo la sezione é particolarmente ricca ed eterogenea - e trascuro tutte le cose giá anticipate nel 2013 e in uscita nell´anno corrente (semmai potete cercarle nei post precedenti).

Inizio da un editore molto capace come Iperborea e da uno scrittore che di cognome si chiama come un tasto dello Spectrum o del Commodore 64: Stephan Enter. Il suo libro é "La presa", in uscita a Febbraio.
Lui é olandese, e la scheda del libro mi ha fatto spontaneamente pensare a quei romanzi di sentimenti, ricordi, relazioni e sana cattiveria un po´alla McEwan e mi ha decisamente incuriosito.

Un altro editore che considero capace e illuminato é Neri Pozza.
Nel 2012 ha fatto uscire "Il giardino delle bestie" (e questi giorni siamo in tema) di Erik Larson (americano nonostante il cognome scandinavo), sull´ascesa del nazismo. Molto gradito da lettori e critica.
A Febbraio dovrebbe uscire un suo libro precedente (del 2006) tradotto in italiano con "Guglielmo Marconi e l´omicidio di Cora Crippen".
Anche qui - come si nota dalla presenza di Marconi - il romanzo é di ambientazione storica, immerso nel primo novecento, ed é un mix complesso e su piú livelli di storia d´amore, thriller sui generis, e digressione scientifica.
Da una recensione di un lettore americano "se consiglierei questo libro? dipende dalle vostre passioni. Se vi piace la storia, il crimine, il sesso e l´assassinio, leggetelo..."

Mi sposto bruscamente per andare su un libro che tecnicamente non sarebbe un´anticipazione visto che é uscito da pochi giorni.
Lui é un giovane talento pakistano e che scrive in lingua inglese, Aslam Nadeen.
Il romanzo é uscito da Feltrinelli e si chiama "Note a margine di una sconfitta". Credo e temo che la sconfitta sia globale, nell´Afghanistan post-11 Settembre, dove la contrapposizione tra fondamentalismo e imperialismo "non fa prigionieri". Sembra interessante, anche per avere una versione alternativa della guerra al terrore.

Vado avanti con due scrittori made in US.
Il primo si chiama David Means ed é uno scrittore di short stories (genere che con Saunders e la Munro sta tornando in auge anche da noi) paragonato (appunto) a Munro, Carver, O´Connor, quindi (approssimativamente) sguardo caustico e chirurgico su piccole e grandi violenze, raccontate con il dovuto distacco.
La sua prima raccolta a uscire in Italia si chiamerá Il punto, a Marzo da Einaudi.

Un segreto US nascosto ancora meglio si chiama Robert Ward  attivista, sessantottino, giornalista, scrittore per la TV (Hill Steet giorno e notte, non so se mi spiego).
Anche in patria parliamo di un outsider totale, eppure se vedi in giro sul libro che verrá edito a Giugno in Italia (e che negli Stati Uniti é uscito nel 1985) "Io sono Red Baker" i pareri sembrano positivi all´unanimitá.
Un mix di noir, critica sociale, tipica descrizione dell´autodistruzione fisica e (nuovamente) sociale del protagonista. Mi ha incuriosito un bel po´.
Una nota sull´editore: in questi tempi di crisi, di lamentele e di riflusso, si tratta di una nuova casa editrice - Barney (Siena) - di ispirazione ampiamente indie. Outsider per definizione, ma outsider ambiziosi. Buona fortuna. Anzi: forza!

Finisco piú vicino al mio paese con un altro segreto ben custodito: l´ebreo di russia (ed errante, errante per tutta l´Europa - sempre al posto sgbalito nel momento sbagliato, fino alla deportazione) David Vogel.
Il suo romanzo - Romanzo viennese - ha una storia particolare: un giovane laureando con una tesi su questo scrittore lo ha trovato in un archivio - nascosto, scritto sul retro di diverse lettere e documenti vari. Un romanzo ritrovato insomma. La storia ha un suo fascino mitteleuropeo e di Bildungsroman al contrario, l´artista, l´artista pieno di sogni che va a Vienna, e li vede tutti frustrati, tra mestieri umili, la scoperta del sesso, e qualche spunto che ricorda Lolita...
Esce a Marzo da Giuntina.

Ci sarebbe anche altro peró non voglio sparare le mie cartucce tutte in una volta..per cui Stay tuned...


 

Commenti