GOING SOCIAL. PER BLOGGER MA NON SOLO

I BOOK BLOG - ISTRUZIONI PER L´USO










Ho avuto il piacere di poter leggere l´agile saggio (o dovrei dire e-book? o semplicemente libro?) che eFFe (qui le sue virtuali generalità) ha dedicato al mondo dei Blog letterari italiani.

Mi ha illuminato diversi aspetti e ritengo dia un quadro molto chiaro, sintetico ma allo stesso tempo completo dello "stato dell´arte" riguardante i Blog letterari.

E´secondo me importante da far notare che la visuale "da Blogger" (come eFFe é) che viene utilizzata, rende questo pamphlet particolarmente fresco e "concreto", più di quanto possano essere articoli o contributi sul tema scritti dall´esterno, ad esempio su tutti i Tirature di questo mondo.

Posto che tutta la riflessione é di grande interesse, la parte se vogliamo più brutale e quindi quella che il problema lo affronta a viso aperto, é quella dedicata all´aspetto deontologico del Blog letterario.

Cioè: se un editore mi regala un libro, mi fa avere l´anteprima, o mi invita a una chiaccherata
con l´autore, io come Blogger poi sarò condizionato - anche in perfetta buona fede - a scrivere bene di tale libro? E sarò tanto più stimolato a farlo, quanto più spererò (siamo umani) di avere anche in futuro tali privilegi? E quindi sarebbe forse utile in questi casi fare outing e quindi trasparentemente dire cosa si é ricevuto a fronte di una certa prestazione? Laddove il ricevuto é anche il libro regalato, l´anteprima etc...e la prestazione - ahimè non mi viene una parola migliore - é la recensione.

La tesi dell´autore (assolutamente condivisibile secondo me, nel mio piccolo mi sono posto questi quesiti nel momento in cui ho scritto le Regole di ingaggio del mio sportello emergenti; dico nel mio piccolo perché chiaramente la dimensione é diversa, e i problemi deontologici decisamente inferiori - il principale é quello di non "stroncare" chi ha faticato e messo voglia e buona volontà e a volte talento nella sua opera, senza però parlare bene e quindi indurre altri ad interessarsi per creazioni letterarie senza valore) é che si, servirebbe un vero e proprio codice deontologico, di cui viene fatta anche una proposta che secondo me é già in sé per sé completa e (di nuovo) condivisibile.

Quindi: libretto davvero interessante e illuminante, ricco poi di "fonti" e quindi utile per chi per esempio volendo far conoscere la propria opera voglia avere una panoramica sui Blog letterari più "in" e sulle principali differenze tra di loro.

And last but not least: utilissima la "Bonus Track" (appendice) su come creare comodamente e senza troppi costi un E-Book ed eventualmente su come venderlo.

Consigliato consigliato consigliato (per chi é interessato al tema, va da sé) e sapete che io non mi sbilancio così facilmente e.....si - attenendomi all´eventuale codice di condotta vi confermo che eFFe non mi ha pagato, non mi ha invitato a pranzo o cena ma si é limitato a inviarmi (ad Aprile! ritardo terribile il mio) l´anteprima della sua opera.

Commenti

  1. Saggio interessante, lo consiglio anch'io.
    eFFe è tra i più preparati in Italia sull'argomento.

    RispondiElimina
  2. grazie del tuo commento. Peraltro: chi si nasconde dietro l´identitá virtuale di eFFe eFFe? é un segreto di pulcinella o davvero tiene nascosta la sua identitá?

    RispondiElimina

Posta un commento