I MIEI SONGWRITER. PADDY MC ALOON - PREFAB SPROUT - LE CINQUE CANZONI

LOGICHE DELLA NOSTALGIA

Prefab Sprout




I Prefab Sprout hanno avuto anche momenti di vero successo, di top10, ma era chiaro che non sarebbero diventati delle star, e neanche lo volevano.
Poi tutto sommato dimessi, bruttini ecco.
E nonostante un paio di mezze hit (The King of Rock´n´roll al settimo posto della classifica inglese dei singoli), troppo gruppo da album.
E troppo raffinata, ricca di influenze direi pop-colte (gli Steely Dan, Bacharach e molto altro) la scrittura di Paddy McAloon.

Fedele allo scopo di questa rubrica, cerco qui di riassumere il suo meglio - che chiaramente ha un aspetto emozionale/suggestivo grandissimo - in cinque canzoni cinque.

Cars and Girls
Dal coro con cui si apre la canzone, all´andamento ritmato, al ritornello killer-nostalgico, qui abbiamo tutto del McAloon più pop e se vogliamo più immediato.
La canzone comunque è multistrato e tutt´altro che banale.
Il testo è nato come critica/ironia per l´universo lirico di Bruce Springsteen, va detto però che insieme alle melodie atmosferiche e agli arrangiamenti saltellanti la canzone funziona anche da sé come "driving songs" lirica ed elegiaca.

Appetite
Altro esempio di come lyrics e musica con McAloon molto spesso vadano di pari passo, sentite come funziona quando insiste sulla strofa con "Appetite"mentre il basso insiste e ritma, prima che si apra il ritornello dove come di consueto Paddy duetta con Wendy Smith.
Altri highlight l´inizio di tastiere e i controcori "sintetizzati" nella Smith, mentre questa canzone
d´amore pian piano si costruisce, stratifica e fissa nelle nostre menti.

Life of Surprises
Discorso simile ad Appetite, mentre McAloon parla di questa vita di sorprese dove non aiuta diventare più vecchi e saggi, la musica fa da perfetta descrizione con le sue grandezze e nostalgie, con i chiaroscuri, l´inizio lento, il crescendo, il ritornello "trionfale", il tutto con quella sensazione di spleen che mai o quasi mai abbandona pienamente la scrittura di Paddy.

The King of Rock´n´Roll
Dicevo del quasi mai - qui tono e liriche sono rigorosamente "in maggiore", forse se ci riferiamo alla raffinatezza di scrittura e alle ambizioni (ricordiamoci che McAloon è songwriter vero ed enciclopedico) non dovrebbe essere tra le prime cinque, ma è tra i Prefab Sprout più divertenti, scanzonati e immediati, e secondo me rientra in un percorso di conoscenza del gruppo inglese.

Goodbye Lucille #1 aka Johnny Johnny
Uno dei McAloon più esacerbati e soulful, inizia con questo duetto lento lento per poi prendere ritmo mentre si dispiega questa storia d´amore sfortunato/perduto, ma con squarci di speranza (quando la melodia si apre e lui dice quasi orgogliosamente "and you´ll never make it up or turn back the clock"), come sempre le canzoni dei Prefab vivono su più momenti, e specie nei ritornelli a McAloon non manca l´appoggio della melodia aperto/gloriosa.
Ottimo modo di accomiatarsi da questa piccola playlist, il finale con il cantante a ripetere "Johnny Johnny Oooh". E il dolore sta già passando.

Commenti