LE ANTICIPAZIONI. VOLLMANN. BRODKEY. BELGRANO. DEICHMANN E ALTRI.

AVVEDUTI MA NON SOLO

No, dai. Volevo semplicemente dare un pó di spazio ai non-big, ad autori forse minori ma credo interessanti.

Iniziamo da un minore che minore non é. Alternativo forse: Vollmann, di cui nel 2012 é uscito "solo" un reportage su Fukushima.
E´ dato ora in imminente uscita da Alet "Fucili", che altro non é che il sesto volume della saga americana dei Sette Sogni.
Uno dirà: il sesto?
Eh certo, perché Vollmann complica le cose e non scrive (o pubblica) i propri sogni in ordine cronologico.
Finora in US ne sono stati pubblicati quattro, questo costituisce il sesto volume, mentre il quinto é in uscita nel 2013. confusi? eh si. ma insomma parliamo di uno scrittore che ha il tocco e l´ambizione per le opere monumentali.
Ah, poi intendiamoci: dei quattro pubblicati, in Italia compreso questo ultimo ne sono usciti tre, visto che Argall (il terzo volume) ancora non é stato tradotto e pubblicato da noi (forse perché scritto in stile prosatorio settecentesco). detto questo, chi é appassionato di GRANDE ROMANZO AMERICANO avrà inteso e intanto metterà al sicuro Fucili, che del doman non c´é certezza (metti che non ne pubblicano più.......)

Rimaniamo in US con Harold Brodkey di cui Fandango dovrebbe pubblicare a breve Storie in modo quasi Classico. parliamo di uno scrittore controverso e non sempre apprezzato dalla critica dei suoi tempi, ma che un santone come Harold Bloom ha definito "il Proust americano". chi insomma ama le novelle e lo stile ricco e particolareggiato alzerà le antenne e lo cercherà.

Rimaniano nel continente con Eduardo Belgrano, scrittore argentino di cui Nuova Frontiera sta per pubblicare (? da un po' di tempo devo dire) anzi ri-pubblicare "Radio Miami". il tema é la Baia dei Porci, argomento che quindi risulterà succulento agli amanti di Ellroy e in generale della letteratura storico-complottistica dedicata alla recente storia a stelle e strisce. lo scrittore é stato anche paragonato a Hemingway (ohibò) per cui i motivi di interesse non mancano.

Vado avanti e termino tornando nel mio paese - o meglio nel paese di cui vivo.

Un minore che mi incuriosisce, in quanto proprio qui in Germania se ne parla poco é Hans Deichmann, che ha combattuto il nazismo da partigiano e si é poi stabilito in Italia, dove é deceduto a Bocca di Magra nel 2004.
Sta per uscire per Scheiwiller "Oggetti" la autobiografia dell´autore non in ordine cronologico ma appunto seguendo le evocazioni di tanti oggetti (da cui il titolo - lo scrivo perché sono un acuto osservatore della realtà - scherzo/faccina) legati alla propria storia.

Altro tedesco e poi chiudo (come dicono i politici in parlamento) é Michael Kumpfmüller (nome complicatino, nicht wahr?) di cui sta per uscire (Gennaio) La meraviglia della vita il cui grande motivo di interesse (almeno spero) é che si tratta di un racconto degli ultimi giorni di vita di Franz Kafka

Insomma spero di aver dato qualche spunto....le mie antenne le tengo comunque alte visto che dopo la pausa invernale gli editori riprendono a pieno regime.....

Commenti